Tra fumetti e criminologia nelle più antiche location torinesi

Arriva l’anteprima nazionale dell’albo a fumetti “Il Cuore di Cesare Lombroso”, che unisce il papà della criminologia moderna con i personaggi del mondo di “Cuore”

TORINO, 13 dicembre 2017 – Anatomia, crimine e fumetti in quel di Torino, tra le sedie dell’Aula Magna di Anatomia dell’Università degli Studi di Torino (corso Massimo d’Azeglio 52). Mercoledì 13 dicembre alle 18 lo sceneggiatore Davide Barzi e il disegnatore Francesco De Stena presenteranno in anteprima nazionale l’albo a fumetti “Il Cuore di Lombroso – Nel laboratorio di Lombroso”, chicca numero 63 della collana “Le Storie” lanciata da Sergio Bonelli Editore. Cosa accadrà quando il padre della criminologia moderna incontrerà i personaggi del libro “Cuore” di Edmondo De Amicis?

È il 1889 quando, nel capoluogo torinese, il professore di medicina legale Cesare Lombroso si ritrova ad indagare sull’ennesimo mistero: tra autopsie su corpi di criminali e di prostitute riceverà infatti una lettera, l’ultima, dalla penna del suicida maestro Giulio Perboni. Il solitario personaggio del capolavoro “Cuore” invita il criminologo a scoprire la vera causa della sua morte e a svelare il pericolo che incombe su Bottini, Garrone e tutti i loro ex compagni di classe. “Il Cuore di Lombroso” è un vero e proprio viaggio letterario tra gli ambienti della Torino di fine Ottocento, con una ricostruzione d’epoca dettagliata, basata su un costante dialogo con archivi pubblici e private. Tra le location d’eccezione saranno il carcere “Le Nuove”, il Cimitero Monumentale, l’istituto elementare “Moncenisio” e il Regio Manicomio di via Giulio 22. Le scenografie gentilmente offerte dalla storia della città sabauda incontrano gli abissi più criminali della mente, annegando ora più che mai negli abissi oscuri del cuore. E anche l’occhio avrà la sua parte, grazie alla copertina di Aldo di Gennaro.

Al termine dell’evento è prevista una visita straordinaria al museo di antropologia criminale “Cesare Lombroso” di via Pietro Giuria 15. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei 99 posti disponibili. Per informazioni chiamare il numero 011-670777 oppure scrivere una mail all’indirizzo museo.lombroso@unito.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: