Si presenta la seconda edizione del libro ““Torino 1917, cronaca di una rivolta” in ricordo di Giancarlo Carcano

TORINO – Si ricorda Giancarlo Carcano giovedì 15 febbraio in occasione della presentazione del libro “Torino 1917, cronaca di una rivolta”. L’appuntamento è fissato alle 21 nella sala Toniolo del Circolo della Stampa all’interno del palazzo Ceriana Mayneri in corso Stati Uniti 27. Si tratta della seconda edizione riveduta e corretta del libro scritto nel 1977 dal giornalista morto prematuramente, stroncato da un infarto, la vigilia di Natale del 1993. Nei suoi 59 anni di vita Carcano, nato il 22 marzo del 1934, è stato giornalista all’Unità dove in quegli anni scrivevano tra gli altri Cesare Pavese, Italo Calvino e Raf Vallone, alla Gazzetta del Popolo ed alla Rai, consigliere comunale a Torino dal 1975 al 1978 eletto come indipendente tra la fila del P.C.I. nonché presidente dell’Associazione Stampa Subalpina. Giancarlo Carcano fece la gavetta iniziando a scrivere giovanissimo per il settimanale Il Paese Sportivo diretto da Giglio Panza dove fece buon uso della sua enciclopedica conoscenza per il calcio ed in particolare per il Torino.

Non solo giornalista, Carcano fu anche scrittore e svolse diverse ricerche di storia. Il suo primo lavoro dal titolo “Strage a Torino. Una storia italiana dal 1922 al 1971” venne pubblicato nel 1973. Seguirono appunto la prima edizione “Torino 1917, cronaca di una rivolta”, nel 1978 “L’Affare Rizzoli. Editoria, banche e potere”, nel 1984 “Il fascismo contro la stampa 1922-1925” mentre la sua ultima fatica fu “Torino antifascista. Vent’anni di opposizione” pubblicato nel 1993  con l’Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti. La serata sarà moderata da Giancarlo Quagliotti, presidente dell’Associazione Consiglieri Emeriti della Città di Torino e interverranno Stefano Tallia, segretaria dell’Associazione Stampa Subalpina, il giornalista Battista Gardoncini, Marcella Filippa, direttrice della Fondazione Vera Nocerini, e , curatore della nuova edizione del volume. Nel corso dell’evento faranno inoltre le loro testimonianze Diego Novelli e Mario Berardi.

L’appuntamento sarà preceduto alle 17,30 dalla premiazione del Premio Pestelli”, riconoscimento giunto alla terza edizione, dedicato alla miglior tesi di laurea sul giornalismo. In questa edizione il Comitato Scientifico ha assegnato il primo premio da 1500 Euro a Paolo Morelli per la tesi “Poeta, scrittore e giornalista: Nico Orengo a Tuttolibri” con menzioni speciali a Maria Valacco per la tesi di laurea magistrale “Enrica Basevi tra mediazione culturale e giornalismo scientifico (1928-2013)” e a Valerio Guzzo per la tesi di laurea magistrale La rivista Laboratorio Politico nel dibattito culturale della sinistra italiana (1981-1983).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: