“Pinocchio era Collodi”, la numerologia incontra l’universo collodiano

Dopo “Pinocchio e la Numerologia”, Franco Galli racconta la vita dello scrittore con un nuovo studio numerologico. L’intervista

Copertina

Toscano di nascita e piemontese d’adozione, con un’innata passione per la numerologia, che miscela ad antroposofia e psicologia: Franco Galli nasce 76 anni fa a Monte San Savino, in provincia di Arezzo, ma da 35 anni vive anni vive a Trofarello, dove si dedica allo studio della disciplina. “Le relazioni tra i numeri mi hanno sempre affascinato, così come la divinazione numerologica. Ho iniziato 10 anni fa ad imparare i primi rudimenti e da allora, quasi quotidianamente, mi esercito con temi specifici. Tengo anche conferenze sull’argomento” racconta Galli, che per una vita ha lavorato come falegname. Un mestiere ben noto alla penna di Collodi, anche lui toscano, la cui vita è diventata oggetto di studio dell’autore: sono queste affinità che lo hanno portato a scegliere, tra i tanti capolavori letterari, quello dedicato al burattino.

Dopo “Pinocchio e la numerologia “, ecco “Pinocchio era Collodi”. In che modo il burattino è correlato alla numerologia?

Franco Galli

In moltissimi modi. Il tema numerologico di Pinocchio, che tiene conto delle sue generalità e della sua data di nascita, descrive appieno il suo carattere: cocciuto, disobbediente, intrigante, un po’ malandrino. Anche le figure di Geppetto, Mangiafuoco e Lucignolo vengono inquadrate alla perfezione dalla numerologia, che pervade l’intero libro. Basti pensare al numero 40. Le 40 monete della Fata, i 40 diversi animali che compaiono durante il percorso di maturazione di Pinocchio: è il numero della solidità, della fermezza che il “bambino vero” vedrà realizzata solo verso la fine del racconto.

 

 

Un burattino con il naso lungo e Carlo Lorenzin, detto Collodi. Come si arriva a correlare le due figure?

Grazie al primo libro, una sorta di studio embrionale in chiave numerologica dei personaggi, in “Pinocchio era Collodi” ho avuto modo di avvicinarmi alla vita dell’autore. Ho ricercato in manoscritti d’epoca e in documenti originali tutti gli elementi necessari per produrre il tema numerologico di Lorenzin. Ne ho dedotto il segno zodiacale, la costellazione che ha influenzato la sua nascita e molte altre informazioni, come l’analisi grafologica della sua firma. Ne emerge che la trama di Pinocchio è strettamente correlata alle vicissitudini personali di Collodi, una vera e propria confessione “tra le righe” dei suoi vizi e delle sue virtù.

Ad esempio?

Illustrazione “Le avventure di Pinocchio, storia di un burattino”, Carlo Collodi, Firenze 1902

Pur avendo intrapreso la carriera religiosa, in giovane età Collodi era noto per la sua attitudine al gioco d’azzardo. Non è un caso che fino al momento dell’impiccagione si possano ritrovare parecchie similitudini con il Vecchio Testamento, che diventa Nuovo dopo la risurrezione del burattino a opera della Fata. La balena rimanda invece al Libro di Giona, il profeta. Il Gatto e la Volpe sono l’incarnazione del vizio di Lorenzin, delle false speranze che lo illudono durante ogni giocata. Il Grillo parlante rappresenta la coscienza, la guida che porta il burattino a realizzarsi in un sé spirituale, proprio come ha dovuto fare Collodi dopo la morte del padre: crescere e diventare un uomo vero. Un 34/7.

 

Ci sono altri numeri “nascosti” nell’opera?

Il 34/7 è forse uno dei più significativi. Tra le tante caratteristiche del 34/7 c’è un innato amore per gli animali, che come si è detto giocano un ruolo estremamente importante all’interno della storia. I 22 mesi che Geppetto trascorre nel ventre della baleni sono gli stessi che l’autore impiega a concepire Pinocchio. L’inconscio di Collodi comunica attraverso i numeri i suoi disagi più nascosti, esorcizzandoli, per arrivare alla realizzazione dell’Io.

Titolo: Pinocchio era Collodi
Editore: Edizioni Antonio Attini
Anno: 2017
Reperibilità testo: per maggiori informazioni, contattare l’autore al numero 347 886 3412

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: