I nerd salveranno il mondo

La cultura pop diventa rivoluzionaria: l’immaginario nerd nell’ultimo libro di Fulvio Gatti (Las Vegas edizioni, 10 euro)

Per chi fino a qualche anno fa si sentiva voce fuori dal coro, isolato in una bolla di sapone in cui fumetti, anelli e Wookie erano oggetto di discussioni per pochi, i tempi duri sono finiti. L’ultimo libro di Fulvio Gatti edito dalla Las Vegas edizioni (collana i jolly), sdogana finalmente i mondi immaginifici e alternativi che hanno ospitato per lungo tempo individui che la maggioranza della gente riteneva un po’ strani, portando alla ribalta anche nel nostro paese – con un agile saggio di 132 pagine – teorie e dinamiche tipiche dell’universo “nerd“.

Come e quanto questa cultura ha influenzato la contemporaneità? Quando i nerd sono diventati (quasi) di moda? Gatti lo spiega ampiamente in “I nerd salveranno il mondo” rendendo profetica una commedia del 1984 – La rivincita dei nerds, appunto – incentrata sulle vicende di un gruppo si studenti statunitensi emarginati dai propri coetanei liceali perché goffi, timidi, trasandati e apparentemente sprovveduti nonostante l’ottimo rendimento scolastico: in poche parole, non in linea con la moda e lo stile di vita cool della maggioranza.

Oggi la cultura nerd è ovunque, ha contaminato l’immaginario collettivo fino a prenderne le redini e tutti possiamo dirci nerd. Sì, ma fino a che punto? E cos’ha reso possibile una simile rivoluzione? Gatti cerca di spiegarlo e trova quattro concause scatenanti: Star Wars, i film di supereroi, The Big Bang Theory e Internet. È grazie ad essi se il nerdismo è stato sdoganato al punto di diventare la risposta a tutti i mali dell’industria dell’intrattenimento. Ma con l’orgoglio del nerd della prima ora, lo stesso autore ipotizza e auspica di andare oltre, verso un nuovo inizio, magari in qualche altra galassia lontana lontana…

Il libro è uscito il 12 gennaio scorso ed è reperibile anche in ebook.

Fulvio Gatti è nato a Torino nel 1983 e vive in provincia di Asti. Specializzato in cultura pop, fumetto e immaginario fantastico, scrive da oltre un decennio su testate locali e nazionali. Ha pubblicato un saggio su “Star Wars”, racconti per svariate antologie, la sceneggiatura per un graphic novel edito in Italia e Francia, tradotto volumi a fumetti dall’inglese, scritto e coprodotto cortometraggi e video istituzionali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: