Biblioteche a cielo aperto

Un progetto per avvicinare alla lettura i cittadini che non frequentano la biblioteche.

Biblioteche in movimento. Il Comune di Santena ha vinto 40mila euro aggiudicandosi il bando Luoghi della Cultura 2018 della Compagnia San Paolo con il progetto la Biblioteca En Plein Air.
Capofila del progetto il Comune di Santena coadiuvato dal Comune di Poirino e da diverse realtà del territorio: la biblioteca civica di Poirino,  l’Avo di Santena, l’Associazione giovanile Dai! di Santena e l’Associazione Europa di Santena, la Cooperativa Mirafiori e la Proloco di Santena.
«Promuovere il libro e la lettura è insito nel DNA della biblioteche di pubblica lettura le quali ricorrono – o dovrebbero a nostro avvisto ricorrere – a tali strumenti per favorire la crescita individuale di ciascun cittadino, così come l’emancipazione civile, sociale ed economica dell’intera collettività – premette David Valderrama Project Manager del progetto e referente della Cooperativa Mirafiori e Coordinatore della biblioteca – A tale scopo sono essenziali le attività e le iniziative – legate alla promozione della lettura ma non solo – che possano avvicinare i cittadini ai servizi della Biblioteca»
Nel periodo 2015/2017 le Biblioteche “Enzo Marioni” di Santena e “Franco Simone” di Poirino hanno promosso, grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo e della Fondazione CRT, due importanti progetti di rinnovamento dei rispettivi servizi: a Santena Lettura che avventura ha permesso di riallocare la Biblioteca in centro città mentre a Poirino Biblioteca (R)evolution ha consentito l’inserimento della Biblioteca civica nel circuito del Servizio Bibliotecario Metropolitano di Torino.
Entrambe le città sono oggi dotate di spazi Biblioteca adatti ad ogni età, ricchi di iniziative per bambini, giovani e adulti. I risultati dei progetti non hanno tardato ad arrivare. Come mostrano i dati sulle iscrizioni, il prestito o la frequenza agli eventi sono molti i cittadini che hanno premiato gli sforzi compiuti.
«Con il progetto Biblioteca En Plein Air vorremmo provare a sperimentare un nuovo modello di servizio che vada alla ricerca di un pubblico distante dai servizi bibliotecari e dagli eventi culturali o perché impossibilitato a frequentare le strutture o perché non abituato a coglierne le opportunità – spiega Rosella Fogliato assessore con delega ai servizi bibliotecari – Il territorio di entrambi i comuni, peraltro contigui, è disseminato di frazioni piccole e grandi, di aree verdi, piazze, monumenti e anfratti ricchi di storia e tradizioni che vorremmo valorizzare promuovendo in modo capillare eventi culturali, iniziative per la promozione della lettura, punti prestito stanziali e itineranti al fine di raggiungere e contagiare alla lettura il maggior numero di cittadini possibile».
La biblioteca itinerante si sposterà infatti all’interno della casa di riposo il Forchino, negli ambulatori, nelle borgate con eventi a tema, ma anche a domicilio con un servizio di BiblioBike: «La biblioteca di Santena acquisterà una speciale CargoBike a pedalata assistita opportunamente adattata e personalizzata per rendere il servizio facilmente riconoscibile  – anticipa  Valderrama- La bicicletta, dotata di un ampio cassettone anteriore che consentirà di depositarvi un numero variabile di libri (tra i 100 e i 200), verrà utilizzata in modo itinerante in occasione di eventi, feste patronali, durante fiere e sagre delle due località»
E infine in collaborazione con gli stakeholders verranno individuati dei punti strategici in entrambe le città. Saranno realizzati eventi culturali e di promozione della lettura tra spettacoli teatrali, reading letterari, incontri con l’autore, attività di giocoleria, performance musicali, laboratori all’aria aperta.
«Ad ogni evento sarà presente la BiblioBike per facilitare le nuove iscrizioni e il prestito libri. Sarà anche un modo di portare i libri all’interno delle iniziative istituzionali dei Comuni: Marocchi in Festa e la festa del 2 giugno a Frazione I Favari a Poirino – da un esempio  Fogliato – A Santena la Sagra dell’Asparago, la  Festa Tetti Giro, la Festa di San Cosma e San Damiano, la Sagra della Zucca e il Carnevale. È un’iniziativa che segue la strada di progetto del 2014, denominato la biblioteca si fa in quattro, ancora sotto l’ala di Maria Pia Gambino e che aveva precorso i tempi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: